2016 Agosto 14

A Norcia ho appreso che la penitenza, per una colpa relativa a un monaco benedettino, è la “sospensione dal lavoro“ e non una corvée pesante per niente reabilitativa. Ogni attività deve essere una libera collaborazione umana con la Creazione permanente ed eterna di Dio.

La nostra civiltà occidentale, ormai quasi mondiale e nichilista, ha ridotto la sacrosanta attività quotidiana all’orribile e prioritario rifiuto strisciante del lavoro. Gli ultimi sessanta anni sindacali e politicisti hanno ben finito di trasformare il lavoro, tutto il lavoro degli uomini, in pura necessità esclusivamente dolorosa. Fino a sconvolgere la concezione vitale e culturale – […]