Generali

Non sono più militante del partito Popolo della Famiglia da quando ha aderito al Partito Popolare Europeo: da sempre organismo politico del NOM (Nuovo Ordine Mondiale). Avevo già inghiottito il rospo ripugnante per cui detto PdF lisciava il pelo immancabilmente alle innumerevoli scelte eretiche mondialiste del Pontificato di Papa Francesco e del suo politicismo onusiano e protestantizzante in accordo al “Gran reset”… Cionondimeno, il PdF rimane il solo partito al mondo che confessa di essere obbediente ai “Principi non negoziabili” e alla DSC (Dottrina Sociale della Chiesa). Tutti gli altri partiti esistenti, cui i cattolici aderiscono (!), sono totalmente più o meno gnostici!

Il modernismo, l’attuale eretico della Chiesa cattolica, ha adottato la strategia di restare all’interno dell’Ecclesia e di alternare il tradizionalismo rigoroso con l’”innovazione” antropocentrica più eterodossa: il suo obiettivo è il relativismo rahneriano (!) anti-dottrinale e mondialista! L’intermittenza sistematica e priva di Dottrina cristiana è la caratteristica peculiare della completa eresia denunciata, particolarmente da san […]

Tutti i partiti politici dei vari Paesi nel mondo sono gnostici: veramente tutti! Anche i cattolici, che teoricamente sono gli unici “religiosi” sempre opposti alla teoreticamente irriducibile gnosi. Apparentemente con la stessa Rivelazione e con la razionalità divina del Magistero della Chiesa, stanno ora seguendo in maggioranza, mediante l’eresia modernista dell’attuale Pontificato, il nichilismo relativista e miscredente dell’Anticristo. Assieme al politicismo falso e infondato della scempiaggine del razionalismo, mondialista e assolutamente irrazionale!

La politica moderna è falsamente non razionale. Il suo fondamento teoretico è al di fuori della sua pratica scervellata che la rende assurda. Quasi tutti i cattolici ora non lo sanno più! Da cosa dipende tutto il disastro mondiale della cosiddetta democrazia e della cultura di Civiltà in piena crisi identitaria? Per iniziare a capirlo […]

Le popolazioni della Terra sono divise in due oceaniche tendenze inconciliabili: quella degli gnostici di sinistra, detti attualmente mondialisti e razionalisti (irrazionali!), contro quella degli spirituali(sti) detti di destra, razionali e cattolici. La divisione è irrimediabile, salvo per Cristo Risuscitato ora quasi abbandonato: la sinistra e la destra si sono riproposte, dopo secoli di sconfitte, sotto le forze moderniste “progressiste” e quelle dei credenti nel Dio collaborativo: con gli uomini, detti ora perdenti, sebbene tradizionali nell’eterna modernità. E diametralmente opposti (anche in apparenza)!

Perché questi due movimenti simmetrici sono così radicalmente antagonisti? Per l’evidente carenza delle due idee strategiche e che dovrebbero supportarle nel loro fondamento! Malgrado sia sotto la flagrante e progressiva accusa di eresia modernista, il Cattolicesimo si è mantenuto, quasi ufficialmente, diametralmente all’opposto, più o meno, dello gnosticismo delle altre religioni. Rimane solo il Cristianesimo […]

“Deep State” e “Deep Church”: sono due espressioni-chiave della nostra era. Bisogna conoscerle bene, soprattutto da parte di noi detti cattolici che abbiamo tendenza, sempre eretica, a esserne esonerati, con la molta radicale e complessa idea spiritualista di “conoscenza”, secondo cui basterebbero quella di Dio e della Fede nella Chiesa. “Stato profondo” e “Chiesa profonda” si contendono infatti da sempre il potere tra mondo fattuale e quello spirituale: questa lotta, ora apparentemente vincitrice nello statalismo, è cioè anche dello Stato gnostico e mondialista detto “democratico”.

La lotta per il potere sul mondo dipende sempre dalle visioni dominanti che si hanno: quella gnostica (l’attualmente mondialista) e quella cattolica (la perennemente petrina) oggi perdente. Esiste uno Stato e una corrispettiva Chiesa, anche cattolica, detti profondi (deep) con i loro apparati che da secoli (!) si sono quasi strutturalmente costituiti e si diffondono […]

Il discorso diventato testamento di don Pigi Bernareggi, appena prima della sua gloriosa morte in Dio, permette di ripercorrere almeno le tracce più che sessantenni ed essenziali di storia spirituale: quella anche di don Giussani e del suo Movimento Comunione e Liberazione. Tutto muore qui su Terra per ricordarci l’eterno permanere ecclesiale della Risurrezione.

Segno di una vita autentica è il suo possibile fallimento nell’apparenza. La trascendenza è giunta a offrirne pure due opposti della stessa CL: il primo dei giussaniani fedeli nel ’68, che avevano ragione nella cattolicità, e il secondo in cui gli stessi ma infedeli, hanno torto nell’eresia. Ho potuto leggere l’ultimo discorso pubblico di Pigi […]

Qual è stata l’influenza da parte della Chiesa cattolica nell’elezione di Biden a “presidente” degli Stati Uniti? È successo che tutti giudici americani si siano ignobilmente negati al loro dovere di giudicare l’affare delle frodi di cui molte decine di milioni di elettori accusano – anche in modo bipartisan e invano dopo mesi – il partito democratico “vincente”. Compresi i membri della Corte suprema (suprema in rapporto a cosa ?); la sedicente “certificazione” della loro “vittoria” è stata solo politica! Ma dove sono finite le testimonianze giurate (più di un migliaio) a carico di dette frodi? Valutiamo le oceaniche violazioni ai principi sacri della civiltà e della democrazia, che il mondo del Nuovo Ordine Mondiale sta proditoriamente calpestando!

L’assurdo del “politically correct del pensiero unico o liquido” ha appena superato, sotto gli occhi increduli del mondo intero, una tappa ulteriore dell’illegalità e nella perdizione umana: la mistificazione est diventata senza vergogna rovesciando anche le responsabilità evidenti. Il risultato è stato che Trump, dopo aver invitato i suo fedeli nella manifestazione del 6 gennaio […]

Quelle a été l’influence de la part de l’Église catholique dans l’élection de Biden à

L’absurde du “politically correct et de la pensée unique voire liquide” vient de franchir, sous les yeux incrédules du monde entier, une étape ultérieure de l’illégalité et dans la perdition humaine : la mystification est devenue sans vergogne renversant même les responsabilités évidentes. Le résultat a été que Trump, après avoir invité ses supporters dans […]

Si è già quasi spento, nelle solite chiacchiere ideologiche e politiciste, il previsionismo cosmico (spesso involontariamente comico) di ogni inizio anno. Moltissimi commenti hanno però colto nel segno la profondità spirituale, discontinua e ineguale a se stessa, della gnosi del mondo. Essa rischia, come sempre, di perdere già nelle nebbie di stagione l’improvvisa chiarezza apparsa, come in un lampo di un preoccupante temporale, del falsificante NOM (Nuovo Ordine Mondiale). Il quale sempre cerca di fuorviare il mondo nel grigio e indistinto panorama sempre più nichilista.

Reddito universale, abolizione del contante, vaccinazione obbligatoria e morte politica del trumpismo: ecco quattro possibili e prossime pistolettate al cuore dell’umanità contemporanea, già schiava della gran gnosi miscredente e riduttivista del totalitarismo soft moderno. Tutto il primitivismo antropocentrico, ridotto alle limitatissime capacità percettive in quelle    immediatamente comprensibili dall’uomo della tecnica detta moderna, sono anche riassunte […]

Dopo la molto falsa “certificazione” elettorale della cosiddetta vittoria di Biden, tutto sulla Terra si presenta terribilmente più chiaro: finalmente si comincia a dibattere di cose molto più serie e non solo di contraddizioni di piccolo o implicito cabotaggio! È quindi indispensabile uscire subito dai social network sempre a sostegno dell’ancora troppo sconosciuto, per essere giustamente detestato, NOM (Nuovo Ordine Mondiale): il più totalitario e infernale modello di opzione spirituale e politica di oggi.

Dalla censura del silenzio quasi impermeabile dei media “mainstream” alla mistificazione del vociare altrettanto assordante della disgraziatissima parola dilagante ma senza senso. La quale è soggiogata al modernismo religioso e politico dello gnosticismo ora neopagano. Dal 6 gennaio 2021, la scemenza erudita dei media e dei suoi “giornalisti”, appartenenti e seguaci attivi praticamente tutti e […]

Nel corso del 2020, ho deciso di non più iscrivermi al Popolo della Famiglia, il partito italiano dichiaratamente cattolico petrino in cui mi ero riconosciuto anche molto tempo prima della sua stessa fondazione. Purtroppo nel 2021 non ci sono, in Italia e a livello internazionale, grandi segnali per cui ritenere errata la mia scelta. La ragione fondamentale di aver interrotto in effetti la mia identificazione al PdF è stata la sua adesione al Partito Popolare Europeo, in quanto siffatto organismo di raggruppamento si è confermato come totalitariamente partigiano del Nuovo Ordine Mondiale. Cioè acerrimo e irriducibile nemico dittatoriale della Libertà e della Verità politica oggi nel mondo! Ma, a parte quest’oceanico

La prima motivazione di cotanto attuale accordo è l’indispensabilità di un partito cattolico per ogni Paese al mondo, come riferimento nel caos religioso e culturale ora più o meno antropocentrico. Tutta la dispersione dei cattolici presso i partiti borghesi, quasi completamente se non totalmente   gnostici e neo-pagani, quelli cioè che costituiscono l’attuale “diaspora dei fedeli“, […]