2019 Settembre

Come si concilia, nella Chiesa cattolica, la contestazione dell’eresia modernista dell’attuale Papa e dei suoi numerosi prelati, con la rassicurazione della sacra unità ecclesiale antiscismatica? L’indispensabile preghiera nella santa Messa dell’”Una cum” e la radicale differenza tra l’obbedienza “petrina” rispetto a quella solo “papale”

Il capo della Chiesa è Gesù Cristo. Il suo Vicario su Terra non lo è se non in perfetta obbedienza alla Verità della Dottrina evangelica e della Tradizione del Magistero eterno, per il Deposito della Fede “Il modernismo – diceva san Pio X nella sua rigorosa enciclica del 1907 “Pascendi dominicis gregis” – è la […]

In fondo anche gli attuali cattolici più fedeli e prestigiosi, profondamente anti-modernisti rispetto all’attuale pontificato anchesì protestantizzante, rischiano di credere comunque poco nell’eterna Risurrezione della Chiesa (per il bene e la salvezza dell’Umanità e del suo mondo, a cui non apparterrà mai). Soprattutto sul piano politico e del suo ed unico partito: concepito per lottare irriducibilmente contro il sempre dannato gnosticismo e per il bene comune

Si può dire che tutta l‘intellettualità italiana del ventesimo secolo, benché talentuosa, non ha fatto altro che inghiottire acriticamente, in modo pure distratto se non sempre complice, l’orribile mitologia della cultura anticattolica: dai marxisti ai liberali, liberisti e libertini È stata necessaria la celebrazione del 150° dell’unità d’Italia perché alcune prime critiche radicali abbiano osato […]