2019 Luglio

La tragica irrilevanza politica dei cattolici europei è fondata sul “voto utile”, sul “male minore” o su altre simili e devastanti sciocchezze di tipo ermeneutico. “Il cattolicesimo tornerà maggioranza solo quando – è fattuale ! – rinuncerà al compromesso”, afferma l’insegnamento della DSC (Dottrina Sociale della Chiesa). Non a caso questa è a difesa intransigente, anche se nell’apparente sconfitta, di tutti i “Principi non negoziabili”!

L’esempio delle attuali furbatine procedurali o compromissorie, cui una certa élite di cattolici italiani sta ancora sottoponendosi (riguardo alla legge 580 sull’eutanasia), mostra l’inanità recidiva della subordinazione perdente del cattolicesimo al sempre illusorio o effimero successo mondano Un chiaro e magistrale articolo di Silvio Brachetta pubblicato il 15 luglio 2019 sull’Osservatorio van Thuân, organo ufficiale […]