2017 Agosto 27

“La maggiore differenza tra i cristiani – diceva un protestante rumeno a l’inviato speciale Rodolfo Casadei – consiste in quelli che credono nel Signore vivente e quelli che credono di credere in Dio”. I perseguitati cristiani – ricordava anche il nostro giornalista – sono quelli che “non sottraggono gli apparenti inconvenienti intrinsechi al cristianesimo”!

Prima di ritornare a Bruxelles (vacanze terminate!) e dopo aver soggiornato al “Centro del mondo”, vale a dire à Pietrarubbia presso il convento delle suore di clausura Adoratrici dell’Eucarestia, in questo fine agosto, ho partecipato alla manifestazione a Rimini in sostegno ai perseguitati cristiani nel mondo. Al 20 di ogni mese, ormai da anni, queste […]