2016 Maggio

Ecco tre principali perversioni del cristianesimo contro le quali monsignor Giussani, il fondatore di Comunione e Liberazione, ha lottato tutta la vita: la supposta azione di Dio finalizzata a salvare la vita personale degli uomini indipendentemente dalla loro coscienza e libertà; il concreto rifiuto continuo, o reticente, di giudicare cristianamente i fenomeni della realtà; e infine la deriva conseguente dello psicologismo verso il soggettivismo relativista.

Si incontrano sempre più tre atteggiamenti perversi in rapporto alla catechesi e al carisma giussaniani anche tra i membri attuali di Comunione e Liberazione. In primo luogo, la reiterazione spesso ossessiva e pseudo mistica secondo la quale è Dio che realizzerebbe puntualmente l’esistenza degli uomini indipendentemente o quasi dalle loro scelte libere e coscienti; dopo, […]

Burnout e bore-out, due sindromi simmetriche del lavoro che gli psicologi detti moderni hanno tendenza, come abitualmente, ad attribuire in modo psicologista, fatalmente falsificato, ai processi mentali. Mentre essi sono solo epifenomeni fondamentalmente spirituali e politico-economici.

Nel febbraio 2016, un curioso articolo sul lavoro, nel settimanale Le Vif-L’Express a Bruxelles, era centrato sul burnout e il bore-out. Il primo fenomeno è classificato generalmente come una sorta di malattia del troppo stress da lavoro: la cosa riguarderebbe un buon 10% dei lavoratori (in realtà questa percentuale dovrebbe essere anche più che raddoppiata). […]

“La politica è un bene”: ma quale politica ? Il pensiero unico dominante fa sì che non si parli neppure dei contenuti politici per cui si deve votare. E gli elettori votano con i piedi, astenendosi.

Ho letto e riletto il volantino “La politica è un bene” pubblicata all’inizio di maggio su Tracce (www.tracce.it) “in vista della prossime elezioni amministrative”, da Comunione e Liberazione. Avendo fondato e dirigendo imprese di comunicazione multilingui con head office a Bruxelles (e con agenzie situate da Shanghai a Londra, San Paolo, Parigi, Milano, Madrid, ecc.: www.eurologos.com), rivendico una capacità almeno di lettura critica […]

Come riconoscere sicuramente lo statalismo reale tra le dichiarazioni di « antistatalismo »? Non è veramente raro che leader politici e culturali siano accusati del cancro più grave e mortifero della nostra era. Come cercano di difendersi?

Giorgio Vittadini, dopo essere stato messo sotto accusa varie volte come statalista non solo culturale, almeno quanto Comunione e Liberazione come movimento ecclesiale cattolico di cui egli è un leader di primo piano, reagisce con un articolo pubblicato il 28 aprile scorso su Il Sussidiario. Egli ci si dichiara antistatalista motivandolo ampiamente. Ma cosa rimane del suo statalismo reale di […]

Come nel clima per l’elezione popolare a vescovo di Milano di sant’Ambrogio, 1.600 anni fa, l’incontro del 4 maggio sera con sua eccellenza monsignor Negri aveva il sapore di un primo plebiscito da parte di una comunità di cattolici molto orfani del loro capo carismatico fondatore di Comunione e Liberazione.

Il tema della conferenza era l’Amoris laetitia di papa Francesco, ma poteva essere tutt’altro argomento. La devozione di tutto il Rosetum strapieno a Milano con gente in piedi dappertutto, fin nell’entrata senza vista sul palco (più di un migliaio di persone, si diceva, anche senza voglia di contabilizzarsi), era tale che moltissimi orfani sempre giussaniani di don Giussani sarebbero […]

La crisi di Comunione e Liberazione non è cominciata nel 2014-15 ma nel mezzo della decade precedente. Questo errore di periodizzazione da parte dei critici mostra un grosso ritardo che rende ormai praticamene irreversibile il tradimento del carisma giussaniano nel movimento.

Dopo aver incontrato papa Francesco l’ultimo 14 aprile, monsignor Carron, capo mondiale di Comunione e Liberazione, ha dichiarato nella sua lettera a tutti i membri di CL che era molto “confortato” della benedizione petrina. E questo mentre aveva appena terminato la svolta storica – ha precisato – nel “percorso che abbiamo intrapreso negli ultimi anni” all’interno del movimento ereditato […]