I cattolici e il voto utile: la corsa al sostegno ai partiti detti avaloriali, e senza “Principi non negoziabili”, ha portato alla impotenza politica. È invece tempo di (ri)costruire con pazienza la cultura della vera Identità cattolica con il suo partito laico e unico: il negletto Popolo della Famiglia continua imperterrito.

Non è servita l’inutile esperienza di lunghi decenni nel sostegno o nell’indifferenza alle assurde leggi anti-cristiane e post-umane: si è voluto ignorare l’inevitabile cammino pieno di Fede del PdF Dopo un mezzo secolo di forsennata attività politicista anti-cristiana – quindi anti-umana! –  (dal primo divorzio alle ultime DAT, passando per l’abominio della legalizzazione dell’assassinio inferto […]

Molti cristiani (liberali) non vedono nessuna differenza tra movimento e partito. E pensano che il Partito della Famiglia – seppur ligio alla Dottrina Sociale della Chiesa – non vada votato. E la perduta identità cattolica?

“Con il partito di ispirazione cattolica – pensano – ci si fa contare per i pochi votanti”: ma perché continuare a nascondersi dietro il ditino dell’irrilevanza? Ricostruire tutta l’identità cristiana! L’errore di fondo dei cattolici è di continuare a concepirsi se non maggioritari, ancora molto rilevanti nella vita pubblica e politica dei paesi occidentali e, […]

Volevate la prova di un certo analfabetismo dei cattolici sedicenti “puri” che ancora sono partigiani della diaspora dei voti cristiani a falmente nichilisti e laicisti? Sabato 3 febbraio l’hanno fornita loro stessi a Milanvore di tutti i partiti quasi irreversibio: sia sul piano religioso che politico!

Una riunione detta cattolica, indicante la scelta del voto per i partiti, si è svolta mentre l’ignorato (nei fatti!) numero uno della DSC, l’arcivescovo Crepaldi, diceva ciò che bisogna fare e non fare! Parlo del peccato più capitale ingenerato da questo ignobilmente eretico modo di procedere al di fuori e contro l’Autorità cristiana: stabilire e […]

Il tradimento masochista della diaspora cattolica, diventata oltremodo totalitaria, di fronte al suo partito identitario e sempre più indispensabile.

L’impossibile influenza culturale e politica di un comitato strutturalmente impotente ha appena confermato, contro l’evidenza di un laicismo invadente e vincente, la sua fatale dispersione. Per chi votano i cattolici? La mancanza o l’insufficienza di identità culturale e politica oggi dei cattolici in Europa ha prodotto la diaspora elettorale dei loro voti. E questo, da […]

La volontaria ignoranza di Papa Francesco, anche rispetto alla Dottrina Sociale della Chiesa, è stata condivisa e messa in evidenza, da Comunione e Liberazione con la pubblicazione del volantino per le elezioni politiche. Il Popolo della Famiglia, solo partito ingiustamente negletto da votare!

Non è una novità: CL da molti anni condivide la linea relativista e onusiana del concetto di Bene comune, tipicamente massone come mediazione politicistica senza alcuna identità cattolica. Appena prima delle elezioni politiche, il movimento ecclesiale Comunione e Liberazione ha pubblicato il consueto documento “direttivo” indicante la sua linea di cultura elettorale. La concezione di […]

I cattolici, anche e i più «rigorosi», sono obnubilati dal «voto utile»: ma utile a cosa? Le discussioni inutili e schiave, tragicamente subordinate al laicismo! E se ci si riferisse piuttosto alla DSC (Dottrina Sociale della Chiesa)?

La DSC costituisce la sintesi di millenni dell’esperienza umana più sapiente, storica e sociale: ogni riflessione e azione politica deve riferircisi imperativamente. Perché nell’ultimo mezzo secolo si è giunti praticamente in tutti i Paesi, almeno europei, a legislazioni sociali insensate e laiciste? Naturalmente non riprenderò qui il percorso che l’umanità civile – vale a dire […]

Il modernismo pontificale di Papa Francesco è incapace, per definizione, di illuminare il cammino della Chiesa. Anche l’astuzia linguistica di Jullian Carron, il presidente della Fraternità Comunione e Liberazione, non giunge a sostenere il contrario!

Siccome ho appena ripreso il mio blog, dopo due mesi (durante i quali mi son imprigionato à scrivere una piccola novella abbastanza corta ma che è diventata un vero e proprio romanzo di più di 45.000 parole), rischiavo di non accorgermi di aver già scritto l’ultimo dei miei tre post che volevo pubblicare qui, ormai in urgenza. Si tratta […]

L’eliminazione dei partiti democristiani è stata decisa in quanto non erano più cristiani! L’indispensabile identità cattolica, soprattutto oggi, indica che bisogna riconvergere sul partito fedele alla DSC.

Siamo tutti vittime della tragedia dell’”ideologia del male minore”, il quale rimane in ogni caso il male, nascondendolo in sovrappiù! Ho appena ripreso a scrivere per questo mio blog sulla situazione molto sconvolta della politica, non solo in Europa, nell’universo cattolico. L’avevo interrotto da un paio di mesi perché la mia piccola novella che stavo […]

La condotta della Chiesa esige – innanzitutto, sempre e imperativamente – il ristabilimento dei “principi non negoziabili”. Dunque, trattasi dell’identità divina unitaria nella Verità oppure delle diversità mondane del plurale relativista e fatalmente in perdizione?

Bisogna forse celebrare oggi l’”abbraccio” intenzionale e pseudo ecumenico destinato al minimo comune denominatore umanista degli uomini, tuttalpiù, di buona volontà? Assolutamente no: il cristianesimo ha prioritariamente tutt’altro da fare. In una era dove non si sa più cosa significhi il cattolicesimo autentico, tutto deve essere fatto, veramente tutto, per ricordare, soprattutto agli stessi cristiani, […]

Il modernismo è accecante! Nella più bella chiesa di Bruxelles, con una liturgia anche rigorosa, ho trovato, all’ultima pagina del suo più bel libretto per seguire la Messa, un testo pseudo-esegetico e irreligioso di… Attali, grande statalista, agnostico e organizzatore militante di aborti.

Era già successo in Italia con la conferenza della politicante radicale Bonino, pubblicamente miscredente e propagandista di aborti da decenni, in una grande chiesa ma con molti cattolici in manifestazione e una campagna di stampa che alberava la loro opposizione irriducibile al “sacrilegio” organizzato da un curato modernista. Il caso bruxellese, probabilmente è involontario da […]